“L’alta torre a la cima rovente.”

Inferno – Il Nono Canto

Polo Museale Santo Spirito
24 luglio 2021, ore 21:00

Il terzo appuntamento del FLIC 2021 è con il progetto ItineDante organizzato dalle Delegazioni FAI d’Abruzzo. “ItineDante” consiste in una serie di appuntamenti in cui verranno presentati, letti e brevemente commentati, alcuni tra i canti più significativi dell’Inferno dantesco, accompagnati da performance artistiche a tema, per celebrare il settecentenario della morte del poeta fiorentino in alcuni dei luoghi più belli e suggestivi della Regione.

Il canto protagonista della tappa lancianese, nella suggestiva cornice del chiostro del Polo Museale Santo Spirito, è il 9 dell’inferno, poco noto ma molto suggestivo: Dante entra nella città di Dite, circondata da torri infuocate, il cuore dell’abisso infernale. E incontra i mostri mitologici delle Erinni e di Medusa, personificazioni delle nostre angosce e paure più profonde. La formula dello spettacolo è ormai rodata: la prima parte è dedicata all’introduzione e al commento del canto, affidati alle parole di Pierluigi Di Clemente, attore e docente di lettere. I versi del poeta risuoneranno nelle voci di Angela Salvitti, Cinzia Di Vincenzo e Angelica Di Pierdomenico e saranno accompagnati dal ritmo incalzante delle percussioni di Loris Baccalà e dalla danza di Dalila Di Sabatino ed Emanuela Dimaggio.

Lo spettacolo è organizzato dalla Delegazione FAI di Lanciano e dal Club per l’Unesco di Chieti, con il patrocinio del FAI Abruzzo e Molise e il Comune di Pennapiedimonte, all’interno della programmazione del “FLIC – Festival Lanciano In Contemporanea 2021”.

La manifestazione si svolgerà nel pieno rispetto delle norme anti-covid ed è necessaria la prenotazione cliccando qui.

Per partecipare si richiede un contributo di € 5.00 per gli Iscritti FAI e di € 8.00 per i non Iscritti.

Si prega di presentarsi sul posto almeno 10 minuti prima per il check in e le procedure anticovid.